Chi

Piacere di conoscerti!

Mi chiamo Antonio Liberatore, sono il fondatore del progetto H2X, sono il fondatore anche di altre attività sia in ambito digital che non.

Voglio scrivere qualcosa di “vissuto”, non la classica pagina copia-incolla scontata.

Evito, da sempre, cose scontate o formali, piuttosto il nulla.

[in sintesi] IO,

sono nato a Parma, dove si produce il Parmigiano Reggiano con le sue varie stagionature, il Prosciutto di Parma quello dolce, il Culatello di Zibello della “bassa”, il fantastico salame di Felino (che non è “di gatto” ma Felino è una località in provincia di Parma). Insomma la magnifica Food Valley dal Po al  Monte Marmagna (1852 mt) mia mèta rigenerante con gli sci alpinismo o trekking.

anno 1972, il Presidente della Camera è Sandro Pertini

laurea in Economia Aziendale con tesi sul “Mercato dei prodotti biologici” quando i prodotti biologici erano snobbati dalla GDO, derisi dagli agricoltori convenzionali e consumati (quasi) solo da fanatici vegan-snob col Rolex.

Nonostante il poco entusiasmo sull’argomento della mia tesi durante una discussione dove regnava il solito interesse formale accademico, ricevo comunque la pergamena firmata in originale dal Magnifico Rettore dell’Università di Parma.

1992 prima gara in MTB, con la mitica maglia viola del “Team Gimar” (Parma) “Top Race” a Zocca (MO) di fianco alla casa del “Vasco”, non potevo partire in un luogo più iconico!

Gara però molto deprimente: sono l’unico alla partenza con un mezzo inadeguato (forse sotte le 400.000 Lire), folti peli nelle gambe e un casco anti-aerodinamico indomito a forma di tazza che non vuole stare fermo … ciliegina sulla torta, al 20°km rompo la catena e cado finisce qua la mia prima avventura di mtb race.

Nonostante l’apparenza e’ stata un’esperienza fantastica che ricordo con enorme piacere e che mi ha fatto vivere grandi emozioni e speranze… potevo migliorare su tutti i fronti e poi ero dentro un Team!

1998 si inizia a lavorare,  prima esperienza nella mitica Parmalat (successivamente, purtroppo, diventata mitica per altri motivi…) poi passo in un grande Studio di  Commercialisti, nel tempo colgo l’occasione per la  direzione di aziende in ambito  “selezione del personale”,  “formazione”.  Inizia il capitolo Milano dove approfondisco il marketing e “scopro” il WEB. Qui  collaboro, con entusiasmo, alla realizzazione di progetti super innovativi tra cui un marketplace assicurativo.

Scopro la rivoluzione del web che ha subito stravolto in primis me poi man mano  le nostre abitudini, il fare azienda sino ad oggi

2006 intanto proseguono brillantemente le gare in MTB, il mezzo ora è una fiammante Cannondale Scalpel nera e le gambe sono allenate e soprattutto senza peli!

Miglior prestazione di sempre alla competizione  Salzkammergut Trophy (AUT) 220 km 7000 m+, dopo 15 ore di battaglia sotto piogge torrenziali, grandine e temperature prossime allo zero, finalmente l’arrivo alla base di partenza la super ospitale Bad Goisern!

Risultato: ultimo in classifica, ma Finisher!

(anche la Gazzetta di Parma fece un articolo credo in 16° pagina di 5 o 6 righe, senza foto)

Più o meno in questo periodo, forse a causa del grande sforzo austriaco decido di intraprendere la mia strada professionale con l’intento di aiutare le aziende per sviluppare progetti sul web, migliorare l’organizzazione con software, sviluppare attività commerciali ….nel mio piccolo cercare di migliorare il mondo.

Sono da sempre molto attratto da un istinto di sperimentazione ed esplorazione; spesso per questo motivo mi sono trovato in difficoltà, contro-corrente. 

Come spesso accade quando proponi una novità/innovazione, subito sei deriso, poi  ascoltato con sufficienza, poi, nell’ultima fase, quando funziona ciò che dicevi, tutti la rivendicano come loro.

La frase che odio di più è: “si è sempre fatto così”, se così fosse saremmo ancora nelle caverne, il mondo cambia, dobbiamo evolverci, continuamente.

E’ il bello della vita!

I valori mutano nel tempo ed è intelligente interrogarsi sul come migliorare la nostra vita, il nostro lavoro, il nostro tempo; come migliorare il mondo.

Compatisco (è più forte di me, lo so che non c’entra nulla con “chi siamo” ma lo devo scrivere…!!!)  la presenza digital di arroganti “consulenti” su auto di lusso a noleggio o in circostanze di vita che non sono le loro e sono al contempo molto dispiaciuto per gli ignari che cadono in queste “web-trappole”.

Amo gli obiettivi, la fatica e l’umiltà ed intendo circondarmi solo di persone affini.

Antonio Liberatore

 

H2X, è un idea di Antonio Liberatore (Antonio Liberatore Linkedin )